top of page
Un Camper per Sognare banner.png

Un Camper x Sognare

L’idea di realizzare un camper fatto su misura in base alle mie particolari esigenze ha preso vita e forma nel 2021. Era un’idea covata da tempo, alla quale però non avevo dato né retta né impulso per paura di spingermi oltre le mie capacità e di non riuscire a farcela. 

Nell’estate del 2021 però ho deciso di non lasciarmi imprigionare dalle paure ma di dar retta al mio cuore.

Ho deciso quindi di dar vita e forma concreta ad un sogno: realizzare una casa su ruote (adattata alle mie necessità) che mi permetta di viaggiare e di sentirmi  libero ovunque nel mondo.

Amo viaggiare ma dopo l’incidente non mi sono mai sentito libero di farlo. 

L’incidente stradale fatto in macchina nel 2009, ha avuto un esito molto severo: tetraplegia post traumatica dovuta ad una lesione spinale cervicale.
Una vita stravolta e da reinventare. La paralisi, la sedia a rotelle, l’impossibilità di camminare, l’impossibilità di muovere le mani e di poter svolgere così come facevo prima molte delle “normali” funzioni quotidiane…figuriamoci viaggiare.

Ma più grande è l’ostacolo, più grande dev’essere il sogno per poterlo superare.
 

E il sogno del camper non è un sogno grande, è un sogno gigantesco!
Un sogno che ha preso forma come detto nel 2021 e si appresta entro la fine dell’anno o nei primi mesi del 2024 ad essere ultimato.

Il camper che ho deciso di realizzare, affidandomi all’esperienza della Nuova Camper Marostica, sarà un camper costruito su misura per permettermi di viverne gli spazi e di gestire le mie esigenze nella massima autonomia possibile.

 

Per acquistare il camper ho attinto ai miei risparmi e acceso due finanziamenti. La spesa è stata consistente, quanto una vera e propria casa su quattro ruote, ma i sogni non hanno prezzo né limiti per cui la spesa è valsa di certo l’impresa.

Il camper infatti non è soltanto un mezzo di trasporto ma il camper significa libertà, autonomia e condivisione. 

Il mio desiderio è quello di poter viaggiare, con chiunque vorrà farlo con me, senza limiti, distinzioni di sorta o esclusioni. 

Per quanto il camper sia costruito sulle mie esigenze sono ben consapevole che non potrò mai essere completamente autonomo, quindi  avrò sempre bisogno del supporto dell’altro nella gestione del camper stesso e dell’esperienza di viaggio. 

 

Questa necessità invece che viverla come um limite vorrei trasformarla in un appiglio per aprirsi alla condivisione. Condividere attraverso il viaggio non solo i propri limiti, ma soprattutto i propri sogni.

Fare del viaggio un’esperienza condivisa di esplorazione interiore.

 

Il mio sogno è quello di aprirmi alla vita, attraverso il camper, attraverso il viaggio, e di farlo con tutte quelle persone che vorranno condividere con me un tappa, un tratto di strada, o anche solo qualche metro di un percorso da fare dentro e fuori se stessi. 

Grazie. 

Stefano Saccomanni.

bottom of page